I pesci di acqua dolce sono a rischio di estinzione

I pesci di acqua dolce sono a rischio di estinzione

I pesci d’acqua dolce sono in pericolo di estinzione, secondo le ultime rilevazioni, con un terzo della sua popolazione mondiale a rischio.

Le popolazioni di pesci d’acqua dolce migratori hanno avuto un crollo del 76% dal 1970 ad oggi e molte specie di grandi dimensioni – quelli che pesano più di 30 kg – sono quasi scomparsi nella maggior parte dei fiumi. La popolazione mondiale di pesci di dimensioni grandi è diminuita del 94% e 16 specie di pesci d’acqua dolce sono state dichiarate estinte lo scorso anno.

Il rapporto è di 16 organizzazioni globali per la conservazione, chiamato The World’s Forgotten Fishes, e si occupa dello stato in cui versano le popolazioni globali di pesci d’acqua dolce. I problemi sono diversi e includono inquinamento, pesca eccessiva e pratiche di pesca distruttive, l’introduzione di specie invasive non autoctone, i cambiamenti climatici e l’interruzione delle ecologie fluviali. La maggior parte dei fiumi del mondo sono arginati solo in parte, hanno acqua estratta per l’irrigazione o i loro flussi naturali sono interrotti, rendendo la vita difficile ai pesci.

L’inquinamento delle aziende agricole e il deflusso delle acque reflue sono tra le principali cause di danno. Il salmone ad esempio, che trascorre parte del suo ciclo vitale negli ecosistemi di acqua dolce, è in costante declino in diverse parti del mondo così come la cosiddetta anguilla europea è in grave pericolo di estinzione. Bottatrice e storione sono estinti dalle acque di diversi fiumi europei.

Il WWF ha invitato i governi europei a sostenere un piano di recupero di emergenza per fiumi e corsi d’acqua come parte dei suoi obiettivi più ampi di biodiversità e recupero della natura. I governi di tutto il mondo s’incontreranno quest’anno per discutere della biodiversità e fermare la distruzione degli habitat naturali della terra.

Il rapporto ha rilevato che la biodiversità negli ecosistemi di acqua dolce si sta perdendo a una velocità doppia rispetto a quella degli oceani e delle foreste. Sono conosciute più di 18.000 specie di pesci d’acqua dolce e altre vengono scoperte di anno in anno. L’Unione internazionale per la conservazione della natura (IUCN), che compila la lista rossa globale delle specie in pericolo, ha valutato più di 10.000 specie e ha rilevato che circa il 30% era a rischio di estinzione.